Articoli

Stampa

Petriello 2016

ANALISI DELLE CONOSCENZE DIALITICHE DEL PAZIENTE IN EMODIALISI (HD)
A. Petriello, D. Leopaldi, G. d’Aloya, F. Fumagalli, A. Limido
S.C. Nefrologia e Dialisi; ASST Fatebenefratelli Sacco - Milano

INTRODUZIONE:

è noto che l’educazione in fase pre-HD migliora la qualità della vita, riduce i costi sanitari e che il metodo faccia a faccia è più efficace della formazione tramite opuscolo.  È comunque importante una costante verifica del corretto recepimento delle informazioni fornite.

METODI:

in 50 pz (42 M - 8 F) con età mediana 66,5 anni (range 32-86) in HD da 2 a 240 mesi (media 52,7) è stato somministrato un questionario per analizzare il livello di conoscenza su dialisi, accesso vascolare e alimentazione. I dati sono stati analizzati in forma aggregata tramite Excel/Access.

RISULTATI:

il 78% dei pazienti conosce a cosa serve l’HD, l’84% cos’è la FAV, l’88% gli alimenti che contengono elevate quantità di K, il 20% quelli a elevato contenuto di P, il 72% gli effetti, il 66% l’apporto corretto di acqua giornaliera.  La consapevolezza del sovraccarico idrico è direttamente proporzionale all’età dialitica.

CONCLUSIONI:

i nostri dati confermano che l'educazione al paziente con IRC stadio 5° deve continuare dopo l’inizio dell’HD.  L’informazione durante le sedute HD può migliorare il controllo di K, P e acqua. Il questionario si è dimostrato strumento idoneo per valutare i pazienti e colmare eventuali carenze, rafforzandone le conoscenze.

BIBLIOGRAFIA:

  1. Predialysis education in practice: a questionnaire survey of centres with established programmes. Prieto-Velasco M.; BMC Res notes. 204 Oct 17;7:730
  2. The effect of two educational methods on knowledge and adherence to treatment in hemodialysis patients: clinical trial. Parvan K; J Caring Sci. 2015 Mar 1;4(1):83-93

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online