Articoli

Stampa

Cavallero 2016

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE INFERMIERISTICHE NELL’USO DELL’ECOGRAFIA PER GLI ACCESSI VASCOLARI IN DIALISI
Elisa Cavallero, Mihaela Careja, Giacomo Forneris, Dario Roccatello
SCUD di Nefrologia e Dialisi, Ospedale Giovanni Bosco, Torino
IPAC Infermieri Professionali Associati di Carmagnola

Introduzione

Nella progettazione della FAV e nella diagnostica delle complicanze l’ecografia rappresenta un tool irrinunciabile. Esperienze preliminari ne fanno intravedere un possibile utilizzo bedside da parte dell’infermiere.

Metodologia

E’stata rivista la letteratura sulle competenze infermieristiche e l’uso degli ultrasuoni per gli accessi vascolari  in dialisi, ideato un questionario regionale sulla disponibilità e le risorse, sentito il parere di esperti e valutata la fattibilità di un percorso di apprendimento del  personale della nostra Divisione. Gli obiettivi sono stati: il settaggio per  il modulo vascolare, la capacità dell’identificazione dei vasi in asse lungo e corto, principi e tecniche di punzione ecoguidata ed ecoassistita.

Risultati

Dalla letteratura e dal questionario è emerso come siano pochi i centri dialisi in cui gli infermieri abbiano seguito un percorso di formazione o dispongano di risorse per questa attività. Nella nostra esperienza, l’acquisizione delle competenze di base necessarie per un utilizzo corretto dell’ecografo ha richiesto un tempo relativamente breve.

Conclusioni

L’utilizzo dell’ecografo da parte dell’infermiere è una realtà percorribile attraverso un percorso di formazione mirato. Esso può fornire un importante ausilio nella riduzione delle complicanze e nell’allungamento della vita dell’accesso vascolare.

Bibliografia

  1. Patel RA1et al. Bedside Ultrasonography for Arteriovenous Fistula Cannulation
  2. Semin Dial. 2015 Jul-Aug;28(4):433-4. 

Abbiamo 15 visitatori e nessun utente online